Esistenza

L’esistenza non è un eterno galoppare fra i rovi ma silenzioso ondeggiare fra speranza e stordimento, tra forsennata veglia e quiete.

A volte diranno che la tua sensibilità è tempo sprecato, ma capirai presto che è un dono meraviglioso, da custodire tenacemente al centro del cuore, un dono speciale che illumina la fronte, e lo sguardo, di stupore, e ti regala la possibilità di guardare alla vita percependone l’incanto nel testardo affacciarsi all’eterno di un piccolo fiore, lungo il marciapiede…

Malgrado le ginocchia rotte le tue ali spiccheranno ancora il volo e ti aggrapperai con forza ad uno spicchio di luce sopra la tua testa. Scriverai versi, sorgerai come sole nascosto tra nuvole di sale, e l’amore sarà luce e buio, sublime tormento, capace di sollevarti fino al cielo, di fluire nel tuo cuore divenendo speranza.

E scoprirai che la gioia della vita è nell’attesa, nell’altalenante gioco di chiaroscuri, nel disfarsi e ricomporsi del cielo dopo la tempesta….