Trasformazione dell’umanità

Un pensiero nel cuore della notte, buttato là, in mezzo ad altri pensieri vestiti a festa ma con le suole bucate.

umanità

Quando una persona ha fame è più morbida. Quando ha freddo, trema davanti al primo fuoco. Quando non ha nulla e riceve, è riconoscente. Quando ha perso tutto, ti si avvicina come un pulcino bagnato. Quando una persona è nel bisogno, trasuda umiltà e umanità.

Quando alla stessa persona è data la fortuna di ristabilire la propria vita grazie a chi gli è stato vicino nel buco nero tanto da non aver più fame, freddo e bisogno, cambia. Seduta nel suo divano in pelle rossa acquistato per la nuova residenza in centro a Milano, inizia a far progetti di conquista ed espansione. L’umiltà si trasforma in arroganza e l’umanità si trasforma in puro e turgido egoismo.

Il 90% dell’umanità non si trasforma attraverso l’amore ma solo attraverso le cose che perde e che riesce a riottenere. A me, il 90% dell’umanità sta sul cazzo perché il 10% del restante, paga il suo fottuto “volere a tutti i costi qualcosa per essere qualcuno.” A quel 90% io grido contro e fiera il mio Vaffanculo lucidato a nuovo.

– Chiarasandra Trevisan